India

  1. La nostra organizzazione: missione e principi:

Il “Kether Educational Project” (già “Plato Studies Center”) è un’associazione iscritta nel registro delle Charitable Trust dello Stato del Kerala, India, che lavora per il miglioramento delle condizioni economiche, sociali e culturali delle popolazioni svantaggiate, con maggiore attenzione per i bambini e per le persone affette da malattie croniche. L’Iniziativa di solidarietà internazionale realizzata e gestita da Kether – Kerala Theosophical Educational Research Project (“Scuole di Pace”) è promossa e sostenuta dal Centro Studi Platone Onlus. Entrambe le associazioni si ispirano a principi multietnici e multireligiosi e operano senza nessuna discriminazione di casta o credo, per riaffermare una filosofia di cooperazione materiale ed ideale e la coesistenza tra diverse culture e religioni.

  1. L’area del progetto

Vizhinjam è un villaggio di pescatori nel distretto di Trivandrum. La popolazione di Vizhinjam è di circa 19.000 abitanti che vivono in pochi chilometri quadrati. L’ambiente è malsano e gli abitanti non hanno accesso ai servizi di base. L’economia delle famiglie dipende interamente dalla pesca stagionale e il tasso di alfabetizzazione è molto basso. I bambini sono le prime vittime di questa situazione. La continua assenza dei bambini durante la stagione della pesca rende ancor più difficile la loro scolarizzazione e conseguentemente, non sono capaci di stare al passo con gli insegnamenti.

  1. La Scuola di Vizhinjam

Nel Kerala, nel villaggio di pescatori di Vizhinjam, “Kether Educational Project” ha realizzato nell’anno 2000 un insediamento scolastico che svolge tutte le attività didattiche ed una mensa che consente di avere un pasto al giorno per circa 200 bambini più poveri del villaggio. La scuola accoglie bambini di qualsiasi etnia e religione (cattolici, induisti, mussulmani) in un villaggio dove un tempo era impensabile la convivenza tra credenti di fedi diverse, intersecando esperienze ed estrazioni socio-culturali. L’obiettivo principale della scuola è quello di contribuire alla crescita umana dei bambini, intervenendo con azioni di diversa natura ed intensità nella logica e nella tradizione della cooperazione internazionale, armonizzando lo sviluppo psicofisico del bambino con l’ambiente che lo circonda. L’istituzione scolastica, sostenuta dal Centro Studi Platone Onlus e gestita sul territorio dal “Kether Educational Project”, si avvale di uno staff composto da circa 13 persone inclusi insegnanti locali nelle diverse discipline. Al fine di non generare “forme di dipendenza”, i bambini e le loro famiglie non gestiscono direttamente le somme di denaro a loro destinate, ma ricevono i benefici delle donazioni attraverso l’assistenza e i vari programmi del progetto.

  1. La Costruzione del Nuovo Porto

Il villaggio di Vizhinjam è stato designato per ospitare il nuovo porto del Kerala, progettato per essere il più grande del paese e uno dei più grandi del mondo in virtù della profondità media naturale di circa 24 metri dell’oceano antistante. I vantaggi economici per lo Stato saranno numerosi dato che, anche nel commercio marittimo, più grande è il cargo minori sono i costi, ed il petrolio è la maggiore voce di spesa per il governo Indiano. Inoltre Vizhinjam è situata in una posizione strategica di notevole rilievo, essendo sulla rotta navale internazionale di fronte a Colombo (Sri Lanka) e, dunque, costituirà un importante scalo per le petroliere e le grandi navi da cargo provenienti dai Paesi del Golfo. (Per maggiori approfondimenti http://en.wikipedia.org/wiki/Vizhinjam). Il costo del progetto è stato stimato in circa 750 milioni di euro ed interesserà una area superiore ai 1.000 ettari. La realizzazione del porto prevede espropri di terreni che comporteranno lo spostamento di circa 4000 famiglie che attualmente vivono in prossimità del mare in altre località più lontane, con conseguenti gravissimi problemi di reinserimento sia ambientale che lavorativo e, quindi, economico. Il terreno dove sorge la scuola si trova sulla striscia di terra che il Governo userà per la costruzione della nuova ferrovia commerciale che congiungerà la capitale dello Stato, Trivandrum, con il nuovo porto. Il Centro Studi Platone Onlus, in supporto alla locale “Kether Educational Project”, intende continuare ad assistere la popolazione locale e a mantenere l’impegno preso 13 anni fa, lavorando come centro di cultura e speranza per i bambini e i genitori di Vizhinjam. Da qui l’esigenza di dover trovare un nuovo terreno per il progetto e l’idea di ampliare lo stesso con la costruzione di una “Casa famiglia”, dove gli studenti possano alloggiare e studiare in un contesto sereno, scoprire i loro talenti o imparare nuovi mestieri attraverso le diverse attività che il “Kether Educational Project” ha previsto di portare avanti.

  1. Il Nuovo Progetto della “Casa Famiglia”

L’obiettivo in questo caso, in ragione dei sicuri disagi abitativi delle famiglie trasferite, è quello di fornire, quanto meno ad alcuni dei bambini della scuola, anche una residenza dignitosa. La fase “a breve termine” prevede l’acquisto del terreno, la costruzione degli alloggi e delle sale didattiche, ludiche e professionali, e l’arredamento degli stessi. La fase “a lungo termine” prevede la messa in opera di un orto biologico, l’installazione di impianti di energia rinnovabile e la creazione di laboratori artistici e professionali. L’obiettivo è quello di creare a lungo termine un centro auto sostenibile dove i bambini possano portare avanti gli studi senza tralasciare le tradizioni, simbolo della loro identità culturale. Il progetto iniziale prevede una capacità di accoglienza per circa 30/35 bambini.